Fermenti lattici: cosa sono, differenze tra prebiotici/probiotici e tra quest ultimo e i fermenti lattici

Fermenti lattici: cosa sono, differenze tra prebiotici/probiotici e tra quest ultimo e i fermenti lattici

Scritto il 18/10/2019
da

Cosa sono i fermenti lattici

I fermenti lattici sono tutti quei microorganismi in grado di metabolizzare lo zucchero più abbondante e importante del latte: il lattosio. Tra tutti questi microorganismi, però, solo alcuni sono in grado di svolgere funzioni metaboliche utili per l'organismo umano e sono proprio questi quelli che devono essere assunti periodicamente.

La differenza tra probiotici e prebiotici
Troppo spesso questi due termini vengono confusi o addirittura considerati sinonimi, ma non è assolutamente così. I probiotici sono, infatti, dei microorganismi che rafforzano le difese immunitarie dell'organismo, mentre i prebiotici sono delle fibre alimentari che favoriscono ed ampliano gli effetti positivi dei fermenti lattici.

Nello specifico: i probiotici
I probiotici sono tutti quei microorganismi che riequilibrano la flora intestinale, principale responsabile del buon funzionamento del sistema immunitario e dell'apparato cardiocircolatorio. Vi sono dei fattori che possono ostacolare la loro azione positiva, come delle abitudini alimentari non corrette o l'assunzione di anticoncezionali per via orale o di antibiotici.

Nello specifico: i prebiotici
I prebiotici sono rappresentati dalla fibra alimentare, naturalmente presente in molti alimenti di origine vegetale, come barbabietole, cipolle, pomodori, carciofi, aglio.... Bisogna però evitare di eccedere nel consumo di questi cibi perchè si potrebbero avere effetti collaterali negativi come flatulenza, dissenteria o crampi all'apparato digerente.

Come potenziare l'azione di probiotici e prebiotici
E' molto semplice potenziare l'azione positiva di probiotici e prebiotici semplicemente assumendo cibi ricchi di vitamine, omega 3 e sali minerali.

I probiotici più importanti: i fermenti lattici
I fermenti lattici sono i probiotici più importanti, conosciuti ed utilizzati. Una volta ingeriti, sono in grado di raggiungere l'intestino rimanendo vivi e vitali, perciò sono in grado di ostacolare la crescita di batteri patogeni dell'apparato digerente.

Altre importanti funzioni dei fermnti lattici
Una volta ingeriti, i fermenti lattici sono anche in grado sintetizzare la vitamina k e la biotina oltre che partecipare alla degradazione e putrefazione di alcuni residui della digestione che, tra l'altro, se rimanessero inalterati, sarebbero responsabili del fastidioso problema della flatulenza.

Due vantaggi ancora oggetto di studio
Recenti studi vogliono anche sottolineare come l'azione positiva dei fermenti lattici possa essere ricollegata anche alla loro capacità di ridurre il colesterolo sanguigno e le allergie alimentari.

Quali sono i principali fermenti lattici
I principali fermenti lattici sono il Lactobacillus acidophilus, il Lactobacillus caseie il Bifidusbacterium.

L'assunzione corretta dei fermenti lattici

Per massimizzare gli effetti positivi dell'assunzione dei fermenti lattici si consiglia di prenderli quotidianamente in cicli di almeno due settimane durante i cambi di stagione o di alimentazione, in fasi di particolare stress, quando l'intestino è pigro, si assumono particolari farmaci come gli antibiotici o quando il sistema immunitario risulta debilitato. Infine, sono un valido aiuto per contrastare le infezioni da candida e, in generale, la debolezza e il senso di spossatezza.